Tartarughe e testuggini… i rettili viventi più antichi

Sarah Zafferri BuonocoreSenza categoria

23 maggio: Giornata mondiale delle tartarughe

Tartarughe e testuggini stanno rapidamente scomparendo come numero e come specie a causa dell’inquinamento, della distruzione degli ambienti naturali, dello sfruttamento dell’industria alimentare e dei souvenir e del commercio come animali da collezione. Molte specie si sono recentemente estinte e moltissime altre sono destinate a scomparire nei loro habitat di origine entro i prossimi decenni. Secondo il WWF, ogni anno 250’000 tartarughe marine muoiono impigliate nelle reti dei pescatori o nei palamiti. La presenza di plastica le soffoca. Il turismo rende inaccessibili alcuni tratti di costa prescelti da queste specie per la cova.  Oggi, purtroppo, sei specie di tartarughe marine su sette sono a rischio.